Condensa e altri problemi legati all'umidità

La condensa si forma quando l’aria calda e umida si scontra con una superficie fredda (ad es. il vetro o il telaio di Lucernario aerante). Quando quest’aria si raffredda, la quantità d’acqua in essa contenuta si deposita sotto forma di condensa. La formazione di condensa è dunque un processo naturale, che non ha niente a che fare con la qualità del prodotto.
Le cause di un’umidità eccessiva possono essere:
- Cucinare, fare la doccia, asciugare i panni stesi o in asciugatrice, utilizzare la lavatrice.
- Sudorazione e respirazione di persone.
- Presenza di piante per interni.
- Ricambio d’aria insufficiente.
- Presenza di pozzi d’acqua, tombini aperti.
- Cattiva o mancata impermeabilizzazione dei muri di contenimento o della bocca di lupo.
- Perdite d’acqua.
La condensa non può recare alcun danno al Lucernario.

Consigli per evitare la formazione di condensa


In fase di progettazione e costruzione:
- Collegare lo scarico di Lucernario aerante ad una linea di scarico esterna, preferibilmente ad un un pozzetto perdente da interrare nel giardino in posizione più possibile distante dai muri dell’interrato.
- Impermeabilizzare con guaina bituminosa l’esterno dei muri di contenimento e dei muri esterni dell’intercapedine (bocca di lupo o cavedio).
- In presenza di vespaio aerato al di sotto della pavimentazione degli ambienti interrati, assicurarsi che lo sfiato non avvenga all'interno di bocche di lupo o cavedi coperti da Lucernario aerante.
- Installare pannelli termoisolanti a rivestimento dell’interno dell’intercapedine (bocca di lupo o cavedio).
- Installare ventole per forzare l’aria o ventilazione meccanica controllata.

In fase di utilizzo:
- Rimuovere possibili fonti di umidità.
- Aprire le finestre per almeno due ore al giorno, cercando di generare contraria.

Per ulteriori informazioni contattaci



Esempio di condensa sul vetro per l'umidità

Scarica il catalogo

Scroll